Discussione:
Lettera Al Legislatore In Materia Di Stupefacenti + Bukowsky
(troppo vecchio per rispondere)
Lucignolo, la reinculaDa
2012-03-05 15:25:39 UTC
Permalink
Lettera Al Legislatore In Materia Di Stupefacenti
http://soundcloud.com/mousikelab/lettera-al-legislatore-in-materia-di-stupefacenti

Tutti abbiamo udito la donnetta che dice: "oh, è terribile quel che
fanno questi giovani a se stessi, secondo me la droga è una cosa
tremenda." poi tu la guardi, la donna che parla in questo modo: è senza
occhi, senza denti, senza cervello, senz'anima, senza culo, né bocca, né
calore umano, né spirito, niente, solo un bastone, e ti chiedi come
avran fatto a ridurla in quello stato i tè con i pasticcini e la chiesa.
[Bukowski]
Alphio
2012-03-24 03:39:18 UTC
Permalink
Post by Lucignolo, la reinculaDa
Lettera Al Legislatore In Materia Di Stupefacenti
http://soundcloud.com/mousikelab/lettera-al-legislatore-in-materia-di-stupefacenti
Tutti abbiamo udito la donnetta che dice: "oh, è terribile quel che
fanno questi giovani a se stessi, secondo me la droga è una cosa
tremenda." poi tu la guardi, la donna che parla in questo modo: è senza
occhi, senza denti, senza cervello, senz'anima, senza culo, né bocca, né
calore umano, né spirito, niente, solo un bastone, e ti chiedi come
avran fatto a ridurla in quello stato i tè con i pasticcini e la chiesa.
[Bukowski]
Lo devo dire? Si lo dico.
E se a qualcuno non piacerà chi se ne fotte!
Allucinante intervento come può essere allucinante solo la semplice
sincerità. Dio l'ottavo giorno creò le "droghe" nel tentativo di farsi
perdonare tutti gli errori commessi nella progettazione e nella
realizzazione del Creato. Cercare di rinnegare il "bisogno" di lenire il
dolore di questi errori che ci è stata offerta dal sinceramente pentito
autore degli stessi è un atto di blasfemia.
Il Signore stesso ci ha offerto la preziosa scelta della percezione
alterata o di quella consapevole che spesso coincidono.
Le Leggi di pochi fra gli uomini non potranno fermare il contatto con la
Realtà liberato da filtri imposti solo per far pagare pedaggio.
Chi è che sbaglia?
Chi cecrca disperatanente di imporre la crudeltà di regole ottuse ed
inefficienti o chi cerca una via di scampo il cui troppo alto prezzo
sceglierà di pagare in prima persona?
A ognuno la sua personale risposta e le responsabilità che ne deriveranno.
Personalmente mi riempio il bicchiere, accendo la cannetta, butto nello
stomaco un pò di chimica legale come scelta forse non troppo
politicamente corretta ma certamente adeguata e produttiva contro il
perbenismo proibizionista che non riesce nemmeno solo a immaginare
un'alternativa valida che non sia diversa da un "sottopagato"
improduttivo conformismo.

Loading...