Discussione:
segale cornuta
(troppo vecchio per rispondere)
lillo
2011-03-12 21:54:33 UTC
Permalink
e' possibile estrarre lsd dalla segale cornuta in casa?

Cordialità.

--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Conte Zero
2011-03-15 15:20:15 UTC
Permalink
Post by lillo
e' possibile estrarre lsd dalla segale cornuta in casa?
Cordialità.
No.

Ossia, tutto si puo' fare ma e' probabilmente piu' semplice produrre LSD
partendo gia' dal tartrato di ergotamina. Da quello che ho letto pero'
le quantita' che produci unite all'attrezzatura necessaria, per poi non
parlare del know-how, sono adatte alla produzione conto terzi piu' che
al passatempo personale.

Se vuoi preparare qualcosa in casa e' molto piu' semplice con maria o
funghi.
Lucignolo, la reinculaDa
2011-03-16 11:55:17 UTC
Permalink
Post by Conte Zero
Ossia, tutto si puo' fare ma e' probabilmente piu' semplice produrre LSD
partendo gia' dal tartrato di ergotamina. Da quello che ho letto pero'
le quantita' che produci unite all'attrezzatura necessaria, per poi non
parlare del know-how, sono adatte alla produzione conto terzi piu' che
al passatempo personale.
io ho letto da qualche parte (forse libro di hoffmann) che per produrre
LSD ci vuole attrezzatura per 40.000 dollari...ma anche per uno studente
di chimica non è cosi' difficile...

quindi se conosci qualcuno che studia chimica e che ha un laboratorio
disponibile all'università...
Aioe
2011-03-16 13:03:25 UTC
Permalink
Post by Lucignolo, la reinculaDa
quindi se conosci qualcuno che studia chimica e che ha un laboratorio
disponibile all'università...
guarda che il problema con l'lsd non è tanto la produzione - che come hai
giustamente detto tu è relativamente semplice - quanto la *vendita*
L'LSD è una sostanza che si degrada facilmente. Basta l'aria o l'umido, un
calore eccessivo, la luce del sole. Non puoi conservarla per un periodo
indefinito senza speciali cautele, soprattutto in piccoli dosaggi.
Primo problema: bisogna produrre, conservare, lavorare quando occorre quindi
vendere, il tutto prima che la merce svanisca.
Con l'LSD, se produci, la tua unità di misura è l'ettogrammo. Se una dose
pesa 100 microgrammi, dovrai vendere *un* *milione* di trip prima di finire
il tuo /primo/ etto. Fabbricare un milione di francobolli è un problema,
considera che ogni foglio ne contiene *qualche* *centinaio* Se lo vendi
/liquido/, dovrai trovare qualcuno disposto a comprarsi varie migliaia di
dosi di una sostanza che dovrà poi comunque utilizzare entro un anno,
massimo due.
Secondo problema: per guadagnarci devi possedere una rete di compratori, una
stamperia, una buona organizzazione. In pratica devi essere un criminale.
All'inizio degli anni '90 in Italia c'erano alcuni artigiani dell'acido.
Nessuno c'ha mai accumulato grandi fortune.
Lucignolo, la reinculaDa
2011-03-16 14:59:14 UTC
Permalink
Post by Aioe
guarda che il problema con l'lsd non è tanto la produzione - che come hai
giustamente detto tu è relativamente semplice - quanto la *vendita*
vendita ??
chi ha detto che voglio venderlo?
io avevo solo risposto alla curiosità di un tizio sul fatto che fosse
possibile o meno produrre lsd...
e cmq farsi un trip SERIO invece delle schifezze che sembrano IL NULLA
che girano oggi mi sembra cmq una cosa positiva.

ma è una mia impressione o i trip a fine anni 90 erano molto più forti
di adesso ?
cioè tipo un francobollo 15 anni fa era molto più forte, o no ?

che quantità di lsd c'è oggi in un francobollo ? mediamente...
Aioe
2011-03-16 19:26:37 UTC
Permalink
Post by Lucignolo, la reinculaDa
vendita ??
chi ha detto che voglio venderlo?
non ci siamo capiti.
volevo dirti che la ragione per la quale l'lsd è prodotto nel mondo solo da
poche fabbriche non è tecnica ma economica.
Certo, avendo a disposizione un laboratorio attrezzato puoi anche produrre
un etto di acido, poi però che te ne fai?
Post by Lucignolo, la reinculaDa
e cmq farsi un trip SERIO invece delle schifezze che sembrano IL NULLA
che girano oggi mi sembra cmq una cosa positiva.
i trip di oggi somigliano a quelli americani.
leggeri leggeri ma anche molto sicuri. Ricordi certe scene da rave
illegale/CSOA anni '90?
Post by Lucignolo, la reinculaDa
ma è una mia impressione o i trip a fine anni 90 erano molto più forti
di adesso ?
vero
Post by Lucignolo, la reinculaDa
che quantità di lsd c'è oggi in un francobollo ? mediamente...
intorno a 100 microgrammi se ti va bene, altrimenti anche meno.
però in certe feste psytrance si trovano le gocce (spz in germania), a
dosaggi da vecchi tempi.
Lucignolo, la reinculaDa
2011-03-20 04:57:53 UTC
Permalink
Post by Aioe
non ci siamo capiti.
volevo dirti che la ragione per la quale l'lsd è prodotto nel mondo solo da
poche fabbriche non è tecnica ma economica.
si ho capito....
Post by Aioe
Certo, avendo a disposizione un laboratorio attrezzato puoi anche produrre
un etto di acido, poi però che te ne fai?
ma infatti si stava parlando di farlo personalmente o farlo fare a
qualche conoscente :)
dell'eccedenza che me ne faccio ? bho...se non si consuma si butta,
pazienza.
mr. kite
2011-03-24 08:47:38 UTC
Permalink
Post by Lucignolo, la reinculaDa
Post by Aioe
non ci siamo capiti.
volevo dirti che la ragione per la quale l'lsd prodotto nel mondo solo da
poche fabbriche non tecnica ma economica.
si ho capito....
Post by Aioe
Certo, avendo a disposizione un laboratorio attrezzato puoi anche produrre
un etto di acido, poi per che te ne fai?
ma infatti si stava parlando di farlo personalmente o farlo fare a
qualche conoscente :)
dell'eccedenza che me ne faccio ? bho...se non si consuma si butta,
pazienza.
Allora, per fare lsd ci vuole acido lisergico. L'acido lisergico si
ricava con una procedura relativamente semplice dalla segale cornuta.
Con l'acido, attraverso una condensazione peptidica si ottiene l'LSD
piuttosto facilmente. Il problema con l'LSD è che bisogna lavorare al
buio finchè la sostanza (o l'acido lisergico) sono in soluzione.
Sciolti in matrice liquida, infatti, questi due composti sono
abbastanza instabili se esposti alla luce o ad ossidanti anche blandi
(tipo il cloro dell'acqua di rubinetto).

Personalmente sono riuscito a risalire alla concentrazione di lsd in
un trip Shiva (comprato quest'estate) subito dopo la dissoluzione in
metanolo e dopo due mesi chiuso in una bottiglia con vetro scuro. Il
risultato è che in trip contenevano lsd (e non altre schifezze); in
metanolo (esposto alla luce) 1 settimana di tempo è sufficiente a dare
epimerizzazione (in pratica l'LSD si trasforma in un suo derivato non
più psicoattivo) del 20-25%. In sostanza il contenuto di lsd in questo
modo è diminuito di un quarto.
Successivamente sono risalito alla concentrazione di principio attivo
media presente e posso dire con una certa sicurezza che siamo intorno
ai 100 ug per trip. Non saprei che dire riguardo alle leggendarie dosi
millantate nei decenni precedenti. Se non vedo, non credo. Posso
comunque accertare che 100 ug sono una esperienza forte nel mio caso.
Ripetendo l'analisi sul degrado della sostanza nel tempo (ma al riparo
della luce) dopo tre mesi e più non ci sono state variazioni rispetto
alla prima analisi. Tradotto significa che un trip su carta ha un
tempo di vita molto lungo (mesi, se non anni), se conservato al buio e
al freddo (tipo in freezer). Mi sentirei di aggiungere anche che ce
l'avrebbe anche solo se conservato chiuso, non necessariamente al
freddo.

Tornando al discorso 'approvigionamento', l'acido lisergico si ottiene
dall'ergotamina. Pensare di imbastire un laboratorio di sintesi di lsd
anche avendo l'ergotamina è comunque un'impresa ardita, anche se si ha
un lab di tipo universitario. indipendentemente dal fatto di venderlo
o meno. La quantità di trip teorica ottenibile anche con 1g di
ergotamina è così alta che ne varrebbe sicuramente la pena in termini
di costi/ricavi. Il problema è che le fonti di ergotamina sono
attualmente disponibili solo per l'industria farmaceutica e per i
forse 10-15 (o anche meno) produttori di lsd esistenti al mondo. Un
possibile mercato disponibile per ottenerla è quello cinese/asiatico.
I problemi successivi alla sintesi, come si diceva prima, sono legati
al confezionamento (difficile maneggiare dosi da 0.1 mg) e alla
distribuzione.

lillo
2011-03-16 19:30:19 UTC
Permalink
Post by Lucignolo, la reinculaDa
Post by Aioe
guarda che il problema con l'lsd non è tanto la produzione - che come
hai giustamente detto tu è relativamente semplice - quanto la *vendita*
vendita ??
chi ha detto che voglio venderlo?
io avevo solo risposto alla curiosità di un tizio sul fatto che fosse
possibile o meno produrre lsd...
e cmq farsi un trip SERIO invece delle schifezze che sembrano IL NULLA
che girano oggi mi sembra cmq una cosa positiva.
ma è una mia impressione o i trip a fine anni 90 erano molto più forti
di adesso ?
cioè tipo un francobollo 15 anni fa era molto più forte, o no ?
che quantità di lsd c'è oggi in un francobollo ? mediamente...
Ma infatti la mia era una curiosità... se si potesse farlo in casa di
certo non lo farei per venderlo, ma per usarlo hehehehe.. ho letto di
tutto e di più sul lsd e mi è venuta la voglia di sperimentarlo, cosa che
non ho mai fatto, il problema è la reperibilità e la sicurezza di sapere
cosa si sta prendendo. Se prendo fumo o maria posso accertarne a grosso
modo la qualità anche solo annusando, ma con lsd o altre "chimicate"
come si fa? Da qui la domanda sull'autoproduzione.

--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Aioe
2011-03-16 19:27:51 UTC
Permalink
Post by Conte Zero
Ossia, tutto si puo' fare ma e' probabilmente piu' semplice produrre LSD
partendo gia' dal tartrato di ergotamina. Da quello che ho letto pero'
le quantita' che produci unite all'attrezzatura necessaria, per poi non
parlare del know-how, sono adatte alla produzione conto terzi piu' che
al passatempo personale.
sisi... quoto tutto...

produrre l'lsd non è complicato avendo a disposizione un laboratorio chimico
ed una laurea nel settore... non avevo letto 'in casa'....
Loading...