Discussione:
I rischi del collo
(troppo vecchio per rispondere)
H
2004-10-01 22:10:57 UTC
Permalink
Oltre ai comuni rischi che si incorre usando l'eroina, chi sa piu
precisamente a quali altri rischi si va incontro 'facendosi' sul collo, e
piu precisamente non sulle vene che stanno in superficie, bensi quelle che
stanno a destra e sinistra del pomo d'adamo. Una ragazza mi ha 'indicato'
queste due vene (visto che nelle altre ho problemi), infatti non si
vedono... si prendono infilando l'ago perpendicolarmente al collo in un
punto relativamente piccolo e le si riesce a prendere sempre... (presumo
quindi siano arterie grosse). Beh in ogni caso quali sono i rischi
aggiuntivi ad usare queste vene?
Per favore niente battute..... ciao

H.
spada
2004-10-03 13:26:54 UTC
Permalink
Post by H
Oltre ai comuni rischi che si incorre usando l'eroina, chi sa piu
precisamente a quali altri rischi si va incontro 'facendosi' sul collo, e
piu precisamente non sulle vene che stanno in superficie, bensi quelle che
stanno a destra e sinistra del pomo d'adamo. Una ragazza mi ha 'indicato'
queste due vene (visto che nelle altre ho problemi), infatti non si
vedono... si prendono infilando l'ago perpendicolarmente al collo in un
punto relativamente piccolo e le si riesce a prendere sempre... (presumo
quindi siano arterie grosse). Beh in ogni caso quali sono i rischi
aggiuntivi ad usare queste vene?
Per favore niente battute..... ciao
H.
Non è che si incorre in rischi particolari, è come farsi dalle altre
parti; l'unica cosa è che per prendersi in quelle vene ci vuole la
pera da 2.5 cioè con l'ago più lungo, in quanto le suddette vene sono
più in profondità e con le normali insuline si fa fatica.
Attenzione allo shake!
H
2004-10-04 08:57:28 UTC
Permalink
Post by spada
Post by H
precisamente a quali altri rischi si va incontro 'facendosi' sul
collo, e piu precisamente non sulle vene che stanno in superficie,
bensi quelle che stanno a destra e sinistra del pomo d'adamo?
H.
Non è che si incorre in rischi particolari, è come farsi dalle altre
parti; l'unica cosa è che per prendersi in quelle vene ci vuole la
pera da 2.5 cioè con l'ago più lungo, in quanto le suddette vene sono
più in profondità e con le normali insuline si fa fatica.
Attenzione allo shake!
Io riesco a prendermi con una normale insulina, cmq chiedevo perche' anni fa
la mia ragazza fece infezione per qualche linea andata fuori sul collo,
mentre mia cugina ando proprio in coma e le venne una testa grossa come una
palla da basket O__o...
percio' avevo un po di para.... allo shake cmq ci sto piu che attento usando
il massimo igiene e accortezza. ciao e grazie
--
Sentenza
----------------
Heyyy Biondooo... Lo sa di chi sei figlio tuuuu???
Sei il figlio di una grandissima pu... wauauaaaaaaa.
Alberto
2004-10-05 13:44:00 UTC
Permalink
Post by H
Io riesco a prendermi con una normale insulina, cmq chiedevo perche' anni fa
la mia ragazza fece infezione per qualche linea andata fuori sul collo,
mentre mia cugina ando proprio in coma e le venne una testa grossa come una
palla da basket O__o...
Credo che il problema sia appunto il fuori vena.
Marco
2004-10-05 16:06:19 UTC
Permalink
ma perchè ti devi rovinare la vita???smettila di usare quella porcheria. mi
dispiace ma mi è venuto spontaneo dirtelo.
Marco
Post by spada
Post by H
Oltre ai comuni rischi che si incorre usando l'eroina, chi sa piu
precisamente a quali altri rischi si va incontro 'facendosi' sul collo, e
piu precisamente non sulle vene che stanno in superficie, bensi quelle che
stanno a destra e sinistra del pomo d'adamo. Una ragazza mi ha 'indicato'
queste due vene (visto che nelle altre ho problemi), infatti non si
vedono... si prendono infilando l'ago perpendicolarmente al collo in un
punto relativamente piccolo e le si riesce a prendere sempre... (presumo
quindi siano arterie grosse). Beh in ogni caso quali sono i rischi
aggiuntivi ad usare queste vene?
Per favore niente battute..... ciao
H.
Non è che si incorre in rischi particolari, è come farsi dalle altre
parti; l'unica cosa è che per prendersi in quelle vene ci vuole la
pera da 2.5 cioè con l'ago più lungo, in quanto le suddette vene sono
più in profondità e con le normali insuline si fa fatica.
Attenzione allo shake!
spiedo
2004-10-04 13:04:37 UTC
Permalink
Post by H
Per favore niente battute..... ciao
La prossima volta chiederai come è meglio impiccarsi, se attaccati al
lampadario o è meglio costruirsi un gancio apposito?
In parole povere..già vuoi rischiare di ammazzarti..ti devi anche
sbattere per farlo?

Ti parla un consumatore di droghe leggere eh, non quel coglione di
consapevolezza..
azzo
2004-10-04 16:59:13 UTC
Permalink
Post by H
Per favore niente battute..... ciao
Per favore niente battute..... ciao
H.
No ti prego nel collo no , lo so benissimo che non sono cazzi miei e se mi
mandi affanculo fai bene , ma nel collo passano molti nervi e tendini e se
ti sbagli rischi molto tipo una semi paresi o peggio.
Se non riesci a prenderti fatti un bagno caldo e piano piano vedrai le vene
venir fuori da posti che non ti saresti mai immaginato , oppure contatta un
anestesista , ne sanno una più del diavolo.
Infine ti incollo sta cosa che ho trovato in rete spero possa esserti utile
. Auguri.








TI FAI? PROPRIO NON RIESCI A SMETTERE?

Informazioni e suggerimenti su come ridurre i rischi per la tua salute.

Anche chi continua a farsi può badare alla propria salute e a quella degli
altri!


PRIMA DI FARTI:

Usa sempre siringhe nuove e sterili (le trovi in farmacia).
Tieni con te cotone (o salviettine disinfettanti) e cerotti (potrebbero
servirti).
Se fai uso di limoni, controlla che siano ancora mangiabili e ricordati che
i limoni sono meglio dell'aceto; non dimenticare, inoltre, che ancora meglio
dei limoni sono le bustine di acido ascorbico che sono vendute nelle
farmacie.
Assicurati che l'acqua che userai per sciogliere la "roba" venga bollita nel
cucchiaino (non c'è solo il pericolo dell'AIDS, ma anche di altre malattie
infettive).
Ancora meglio dell'acqua potabile sono le fialette di acqua distillata, che
è più igienica, costa pochissimo e puoi trovarle in tutte le farmacie.
Se proprio non riesci a trovare una siringa sterile, allora applica la
formula del 2+2+2:

sciacqua 2 volte la siringa aspirando acqua fredda (e pulita);
sciacqua 2 volte la siringa aspirando candeggina (o varecchina);
sciacqua 2 volte la siringa aspirando acqua fredda (e pulita).
Ricordati, comunque, che le siringhe sono "usa e getta"; se ti fai più di
una volta con la stessa siringa, la punta dell'ago si deforma e non si
limita più a bucarti le vene, te le spacca!


MENTRE TI FAI:

Usa sempre e solo una siringa nuova, e non scambiarla mai con altri (la
formula è semplice e vale per tutti: 1 siringa = 1 buco).
Lo stesso vale anche per il cucchiaino o per il tollino: sono oggetti
personali e ognuno deve avere il suo.
I cocktail (ero+anfetamine, o + psicofarmaci, o +coca, etc.) ti bruciano le
vene che diventano più difficili da trovare; meglio evitarli!
Assicurati di aver preso bene la vena (i "fuori vena" te le bruciano e
possono provocare brutte infezioni che guariscono con difficoltà e sono
molto dolorose).
Non farti sempre nello stesso punto, e non farti nelle mani o nei piedi (ci
sono un casino di nervi, se ne pungi uno sono cavoli tuoi).
Inietta la "roba" sempre verso l'alto, seguendo la corrente del sangue.
Non ti fare MAI nel collo (il collo è molto delicato; ci passano molti nervi
e tendini).
Chi, poi, si fa di Darkene, si brucia il cervello e le vene! (Il Darkene è
una soluzione sciropposa che tende a chiuderti le vene e le arterie a poco a
poco; non è il caso, comunque, di scherzare con gli psicofarmaci).


DOPO ESSERTI FATTO:

Rimetti il cappuccio sulla siringa e gettala in un cestino perché buttarla
per terra o in giardino può significare che:

Qualcuno ci si può far male (magari un bambino);
La gente si arrabbia . e quando la gente si arrabbia la presenza della
Polizia aumenta e in certi casi si arriva anche alle ronde di Vigilantes;
per evitare tutto questo, assicurati che la tua siringa sia al sicuro!
Tieni presente che esistono diversi modi di assumere sostanze stupefacenti
(sniffare o fumare, ad esempio); certo non danno lo stesso "flash", ma ti
fanno rischiare molto meno e riducono l'intensità delle crisi di astinenza.

I RISCHI CHE CORRI consumando per via endovenosa l'EROINA :

AIDS: corri il rischio di infettarti se scambi siringhe o se hai rapporti
sessuali completi senza preservativo con persone infette (sieropositive).

EPATITE B-C: corri il rischio di infettarti se scambi siringhe in comune con
persone infette o se hai rapporti sessuali completi senza il preservativo.

ENDOCARDITI: corri il rischio di infettarti se la siringa non è sterile, se
la "roba" non è pulita o è troppo vecchia, se ha segni di muffa; prima di
bucarti controlla che la pelle, nella zona dove stai per farti, sia pulita.

ASCESSI: corri il rischio di infettarti se la siringa non è sterile; il
rischio aumenta in caso di "fuori vena".

TETANO: corri il rischio di infettarti se la siringa o il suo contenuto non
è sterile, specialmente in caso di "fuori-vena".

EMBOLIA: corri il rischio di un'embolia quando ti inietti "roba" non ben
sciolta o quando ti inietti particelle d'aria.

OVERDOSE: non si può mai sapere esattamente quanta eroina c'è veramente
nella "roba" che ti fai. Se l'eroina è troppo pura rischi l'overdose;
inoltre il collasso da overdose capita spesso a chi si fa da "scoppiato".
Akira_77
2004-10-05 17:52:44 UTC
Permalink
Post by azzo
Se non riesci a prenderti fatti un bagno caldo e piano piano vedrai le vene
venir fuori da posti che non ti saresti mai immaginato , oppure contatta un
anestesista , ne sanno una più del diavolo.
Ma non si può fare anche intramuscolo???
Sentenza_74_
2004-10-10 10:49:32 UTC
Permalink
Post by Akira_77
Ma non si può fare anche intramuscolo???
Si, si 'puo', ma è proprio da ''o cosi o la butto via".... cioe proprio se
sei senza speranze nel trovarti una vena.
Saluti a tutti
Anti
2004-10-15 19:01:39 UTC
Permalink
Post by H
Oltre ai comuni rischi che si incorre usando l'eroina, chi sa piu
precisamente a quali altri rischi si va incontro 'facendosi' sul collo, e
piu precisamente non sulle vene che stanno in superficie, bensi quelle che
stanno a destra e sinistra del pomo d'adamo. Una ragazza mi ha 'indicato'
queste due vene (visto che nelle altre ho problemi), infatti non si
vedono... si prendono infilando l'ago perpendicolarmente al collo in un
punto relativamente piccolo e le si riesce a prendere sempre... (presumo
quindi siano arterie grosse). Beh in ogni caso quali sono i rischi
aggiuntivi ad usare queste vene?
I rischi che corri son che se fai entrare germi da li è pù grave che
farli entrare da una vena periferica..quelle vene son molto vicine al
cuore...e drenano molto sangue: un'infezione in quel punto, una flebite
di una giugulare è certamente più grave di una flebite della vena
cubitale del braccio.

ps: non confondere arterie con vene! son vene! e devi stare molto
attento a non beccare le carotidi, che son arterie, poste più in
profondità ma affianco alle vene giugulari..se le pungi il sangue è
difficile arrestarlo.


ps2: in ospedale le punture su vene importanti come le giugulari non le
fanno i medici comuni, ma solo gli anestesisti e qualche chirurgo
..questo dovrebbe dirti che è più pericoloso pungere qua..oltrettutto se
te lo fai da solo non puoi neanche vederti bene se non ti metti di
fronte ad uno specchio

in bocca al lupo
b***@gmail.com
2018-11-04 20:45:09 UTC
Permalink
Se nn siete capaci a fare certe cose e meglio che la fumate o la tirate, xche nn bisogna scherzare, w la droga
Loading...